ATTENZIONE!
Questa è una versione di prova del nuovo Studio Virtuale Di Psicologia. La versione definitiva sarà on line quanto prima possibile, nel frattempo, anche se le apposite funzioni dovessero essere visibili, non è consentito registrarsi, sottoscrivere profili nè chiedere prestazioni professionali di nessun tipo. Grazie per la pazienza :)
NOVITA'!
Puoi già iscriverti alla newsletter di SVP tramite il modulo in basso a destra.

PSICOLOGIA DELL'INSOLITO E DEL PARANORMALE

Anomalistic Psychology (Psicologia delle Anomalie), Fringe Psychology (Psicologia delle Zone di Confine), Abnormal Psychology (Psicologia delle Anormalità), Psicologia dell'Insolito e degli Eventi Straordinari, Psicologia del Paranormale: sono tutti termini con i quali viene indicata quella conosciuta in Italia come "Psicologia dell'Insolito". Pare che il termine "Anomalistic Psychology" sia stato usato ufficialmente per la prima volta da due ricercatori d'oltreoceano, Leonard Zusne e Warren Jones, in un loro libro pubblicato nel 1982. In generale, si può dire che la Psicologia dell'Insolito si propone di interpretare psicologicamente quei fenomeni che non suscitano un interesse sistematico, non solo da parte degli psicologi, ma del mondo scientifico in generale, perché poco diffusi o per altre ragioni che saranno approfondite negli interventi di questa sezione. Non si tratta, come potrebbe sembrare, di un nuovo settore della psicologia. In realtà, anche se marginalmente, molti tra i più autorevoli psicologi moderni, a partire dal diciannovesimo secolo, si sono occupati del rapporto tra psiche e fenomeni insoliti. 
La Psicologia dell'Insolito è infatti il settore della psicologia applicato alle esperienze così dette "insolite", "anomale" o "di confine", includendo in questi termini tutte quelle esperienze apparentemente inspiegabili dal punto di vista scientifico. A questo punto urge una precisazione: quando si parla di questi argomenti, la prima associazione che ci viene in mente è quella con il concetto di paranormale, e da questo al concetto di parapsicologia il passo è breve. È dunque utile chiarire subito e definitivamente che la Psicologia dell'Insolito non è parapsicologia. Quest'ultima, in quanto tale, cioè "para", appunto, non ha niente a che fare con la psicologia. I due termini hanno in comune solo la radice "psi", che corrisponde alla ventitreesima lettera dell'alfabeto greco, e che rappresenta, nel caso della "Psicologia", il concetto di "psyche" (anima), mentre nel caso della "parapsicologia", quello di… psi! In questo contesto il termine "psi" indica però l'insieme di altri due termini: ESP e PK, rispettivamente sigle di Extra-Sensory Perception (Percezione Extrasensoriale), e PsychoKinesis (Psicocinesi), i due grandi gruppi in cui vengono suddivisi i presunti fenomeni paranormali, ai quali va aggiunto il gruppo delle così dette OBE, sigla che sta per Out of Body Experiences (Esperienze Fuori dal Corpo). La Psicologia dell'Insolito si distingue inoltre dalla parapsicologia poiché lo scopo di quest'ultima è lo studio dei presunti fenomeni paranormali finalizzato a stabilirne la natura più o meno razionalmente spiegabile. Obiettivo principale della Psicologia dell'insolito è piuttosto capire e spiegare come funziona la mente umana in relazione a tali fenomeni, in modo da evitare di lasciarsi ingannare da quelli che, lungi dall'essere eventi "paranormali", sono solo effetti generati dal nostro modo di pensare. Tradotto in altri termini, quanto detto sopra può essere anche letto: scopo della Psicologia dell'Insolito non è tanto, per esempio, stabilire se esistono o meno i "fantasmi", quanto capire cosa succede nella mente di chi vive esperienze di questo genere, per comprendere e possibilmente far comprendere se, fino a che punto e in quali modi tali fenomeni hanno radici semplicemente endopsichiche. 
Chi sostiene di aver sperimentato in qualche modo un presunto fenomeno paranormale è spesso una persona assolutamente sana e in perfetta buona fede; non è raro, anzi, che prima di raccontare la sua storia usi premesse del tipo: "Io sono sempre stato scettico su queste cose, finché una volta mi è successo che…". Il punto è che esperienze perfettamente spiegabili attraverso la psicologia, la medicina, la statistica e altre scienze, vengono spesso interpretate come fenomeni paranormali semplicemente perché non si hanno sufficienti conoscenze per fare altrimenti. Ecco dunque che fenomeni normali e spiegabili, soprattutto quelli di più forte impatto emotivo, possono venire erroneamente scambiati per esperienze paranormali: un particolare sogno può essere interpretato come premonitore, un déjà vu può essere visto come prova dell'esistenza della reincarnazione, una particolare sensazione associata a un'altra persona può essere vissuta come una forma di telepatia e così via. In passato, fenomeni un pò più eclatanti di quelli appena citati venivano attribuiti a influenze "divine", "demoniache" o comunque "ultraterrene". In seguito, la psichiatria, una volta liberatasi dalla sua concezione "demonologica", ha chiarito che essi erano solo frutto di disturbi psichici di varia natura. È stata solo questione di tempo. Ma nonostante l'inarrestabile progresso scientifico e tecnologico, alcuni eventi sembrano rimanere inspiegabili, almeno attenendosi ai normali paradigmi scientifici basati sul sistema galileiano "ipotesi-esperimento-conclusioni". Quando la scienza avrà spiegato tutto lo spiegabile attraverso i metodi tradizionali, è plausibile che alcuni di questi fenomeni non saranno stati ancora spiegati, e allora rimarranno solo tre opzioni: a) lasciarli inspiegati, b) modificare i paradigmi scientifici, c) spiegarli tramite i paradigmi scientifici tradizionali. In quest'ultimo caso, spiegare questi fenomeni rappresenterà l'ultima (e più importante) sfida per la scienza. Quando si tratta di ciò di cui non si può essere certi, è sempre meglio tenere una luce, quella della ragione, accesa, e una porta, quella delle possibilità, aperta. 

 

dalla sezione ambiti d'intervento ti suggeriamo anche:

Login

Accedi

Chi è online

Abbiamo 17 visitatori e nessun utente online

Ansia? Stress? Clicca qui!

calendario consulenze

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28

fai il test

gioca con la mente

consulta i manuali dello Studio Virtuale Di Psicologia

ultimo sogno interpretato

leggi le consulenze già fornite

teniamoci in contatto

Iscriviti alla newsletter di StudioVirtualeDiPsicologia.Com per essere sempre aggiornato sulle attività del sito

SVP su Facebook

SVP è "DOC"

timbro

© Studio Virtuale Di Psicologia (studiovirtualedipsicologia.com) - Riproduzione riservata. I contenuti del sito sono coperti dai diritti d'autore e di proprietà intellettuale
L'utilizzo di questo sito, in qualunque modo e con qualunque mezzo, sottintende l'accettazione delle Condizioni e dei Termini d'uso e di Tutela dei dati personali (privacy)